Prevenzione e  Terapia dello Scompenso Cardiaco
Aggiornamenti in Aritmologia
Xagena Mappa
Xagena Newsletter

Le microparticelle sono frammenti derivati da cellule, note per aumentare nel sangue dei pazienti affetti da sindromi coronariche acute.Sono stati valutati, nell’infarto miocardico con sopraslivellame ...


Uno studio ha determinato l'incidenza e i correlati multivariabili della mortalità a lungo termine ( 4 anni ) nei pazienti trattati con rivascolarizzazione chirurgica o percutanea nello studio SYNTAX ...


Ad oggi, il beneficio terapeutico della rivascolarizzazione, rispetto alla terapia medica per gli individui stabili sottoposti ad angiografia coronarica invasiva in base ai risultati della angiografia ...


Uno studio ha valutato i benefici ed i rischi della doppia terapia antiaggregante ( DAPT ) a lungo termine dopo intervento coronarico percutaneo ( PCI ) nell’era degli stent a eluizione di farmaco.Son ...


Uno studio ha valutato gli effetti della terapia di resincronizzazione cardiaca ( CRT ) sulla sopravvivenza a lungo termine dei pazienti senza dissincronia meccanica ventricolare sinistra ( LV ) al ba ...


La disfunzione sistolica nello shock settico è ben riconosciuta e, paradossalmente, prevede un migliore esito. Al contrario, la disfunzione diastolica è spesso ignorata e il suo ruolo nel determinare ...


La terapia antiretrovirale altamente attiva ( HAART ) riduce drasticamente la morbilità e la mortalità associate alla infezione da virus dell'immunodeficienza umana ( HIV ), ma gli effetti negativi di ...


La stenosi sopravalvolare della aorta è una rara forma di ostruzione del tratto di efflusso ventricolare sinistro che è spesso progressiva durante l'infanzia. Sono disponibili pochi dati sugli esiti ...


L’evoluzione storica dell’incidenza e dell’esito dello shock cardiogeno nei pazienti con infarto miocardico acuto ( AMI ) è tema di dibattito. Uno studio ha confrontato gli esiti nei pazienti con ...


Il beneficio del trattamento con Clopidogrel ( Plavix ) esteso al di là del periodo di 12 mesi raccomandato nelle attuali linee guida dopo infarto del miocardio è oggetto di discussione. È stato ana ...


La pressione arteriosa durante sforzo è un importante marker di ipertrofia ventricolare sinistra, ipertensione incidente, e di futuri eventi cardiovascolari.Anche se si ipotizza che la ridotta funzion ...


Il valore predittivo della angiografia coronarica con tomografia computerizzata ( cCTA ) nei soggetti senza sindrome del dolore toracico non è stato stabilito.È stato studiato il valore prognostico de ...


La dissezione spontanea dell'arteria coronaria è un evento coronarico acuto di origine incerta. Le caratteristiche cliniche e la prognosi rimangono caratterizzate in modo insufficiente.Uno studio di c ...


L'evidenza che la misurazione dello spessore della intima-media della carotide comune ( CIMT ) migliora i punteggi di rischio nella predizione del rischio assoluto di eventi cardiovascolari manca di c ...


I marcatori di rischio tra cui il calcio della arteria coronaria, lo spessore della tonaca intima-media della carotide, l’indice caviglia-brachiale, la dilatazione brachiale mediata dal flusso, la pro ...