Aggiornamenti in Aritmologia
Cardiobase
Prevenzione e  Terapia dello Scompenso Cardiaco
Xagena Mappa

Associazione tra infiammazione vascolare aortica e caratteristiche della placca dell'arteria coronaria nella psoriasi


L'infiammazione è fondamentale per l'aterosclerosi. La psoriasi, una malattia infiammatoria cronica associata a eventi cardiovascolari precoci e a una maggiore infiammazione vascolare dell'aorta, fornisce un modello per studiare il processo di aterogenesi precoce.

La tomografia a emissione di positroni con fluorodesossiglucosio marcato con F18 / tomografia computerizzata (18F-FDG PET / CT ) aiuta a quantificare l’infiammazione vascolare aortica; l'angiografia coronarica mediante tomografia computerizzata fornisce la valutazione della coronaropatia ( CAD ) attraverso la valutazione del carico di placche totali ( TB ) e del carico di placche a livello coronarico non-calcificate ( NCB ), stenosi luminale e placche ad alto rischio ( HRP ).

L'associazione tra infiammazione vascolare aortica e indici di ampia malattia coronarica non è stata ancora valutata in uno stato di malattia infiammatoria cronica.
Questo studio può fornire informazioni sull'utilità dell’infiammazione vascolare aortica nell'acquisizione di malattia coronarica in fase precoce.

È stata valutata l'associazione tra infiammazione vascolare aortica e indici di coronaropatia, inclusi placche totali, placche non-calcificate, stenosi luminale e prevalenza di placche ad alto rischio, nella psoriasi in uno studio di coorte trasversale presso i National Institutes of Health ( NIH ), in cui 215 pazienti con psoriasi sono stati reclutati dalle cliniche dermatologiche.

Tutti i pazienti sono stati sottoposti a 18F-FDG PET / CT per la valutazione dell’infiammazione vascolare aortica, e 190 pazienti su 215 sono stati sottoposti ad angiografia tomografica computerizzata coronarica per caratterizzare la coronaropatia.
Lo studio è stato condotto tra il 2013 e il 2017.

Gli esiti primari erano il carico di placche totali e il carico di placche non-calcificate; gli esiti secondari erano stenosi luminale e placche ad alto rischio.
Tra 215 pazienti con psoriasi ( età media 50.4 anni, 126 uomini, 59% ), i pazienti con aumentata infiammazione vascolare aortica avevano un aumento del carico delle placche totali ( beta standardizzato=0.48; P minore di 0.001 ) e una prevalenza più alta di stenosi luminale ( OR, 3.63; P=0.001 ) e placche ad alto rischio ( OR, 3.05; P=0.004 ).

L'associazione tra infiammazione vascolare aortica e carico di placche totali è stata principalmente guidata dal carico di placche non-calcificate ( beta=0.49; P minore di 0.001 ), mentre l'associazione tra infiammazione vascolare aortica e placche ad alto rischio era guidata da placche a bassa attenuazione ( OR, 5.63, P=0.001 ).

Tutte le associazioni di infiammazione vascolare aortica sono rimaste significative dopo aggiustamento per i fattori di rischio cardiovascolare: infiammazione vascolare aortica e carico di placche totali ( beta=0.23; P minore di 0.001 ), carico di placche non-calcificate ( beta=0.24; P minore di 0.001 ), stenosi luminale ( OR, 3.40, P=0.007 ) e placche ad alto rischio ( OR, 2.72, P=0.03 ).

Non è stata trovata alcuna associazione tra infiammazione vascolare aortica e carico di placca coronarica densamente calcificata.

In conclusione, l’infiammazione vascolare aortica è associata a indici di ampia malattia coronarica, suggerendo che l’infiammazione vascolare aortica può essere un surrogato per la forma precoce di coronaropatia.
Studi prospettici più ampi devono valutare queste associazioni longitudinalmente ed esaminare gli effetti del trattamento su questi esiti. ( Xagena2018 )

Joshi AA et al, JAMA Cardiol 2018; 3: 949-956

Cardio2018 Dermo2018



Indietro