Prevenzione e  Terapia dello Scompenso Cardiaco
Aggiornamenti in aritmologia
52 convegno cardiologia milano
Associazione Silvia Procopio

Associazione tra rigurgito paravalvolare ed esiti a un anno dopo sostituzione transcatetere della valvola aortica con la valvola SAPIEN 3


Il rigurgito paravalvolare ( PVR ) moderato / grave e anche lieve è associato ad un aumento della mortalità dopo la sostituzione transcatetere della valvola aortica ( TAVR ) con le prime e seconde generazioni di valvole per via transcatetere.

Sono stati esaminati incidenza, evoluzione ed effetto sugli esiti a 1 anno di rigurgito paravalvolare dopo TAVR con una valvola cardiaca per via transcatetere con palloncino espandibile di terza generazione.

È stata effettuata una analisi pre-specificata di rigurgito paravalvolare nello studio Placement of Aortic Transcatheter Valves ( PARTNER ) II SAPIEN 3, condotto tra il 2013 e il 2014.
È stato utilizzato un registro multicentrico non-randomizzato di 1.661 pazienti a rischio chirurgico intermedio o alto sottoposti a TAVR con SAPIEN 3.
I pazienti con grave stenosi aortica sintomatica e rischio chirurgico alto / medio sono stati arruolati nel registro in 51 Centri negli Stati Uniti e in Canada ed è stata effettuata la sostituzione transcatetere della valvola aortica con la valvola SAPIEN 3.

Il rigurgito paravalvolare è stato valutato a 30 giorni e a 1 anno secondo uno schema di 5 classi: 0, nessuno o traccia; 1, lieve; 2, da lieve a moderato; 3, moderato; 4, da moderato a grave; 5, grave.
È stato valutato l'effetto del rigurgito paravalvolare sulla mortalità a 1 anno e la riospedalizzazione per insufficienza cardiaca.

Tra i 1.661 pazienti inclusi nel registro, 1.592 hanno ricevuto una valvola SAPIEN 3 e hanno avuto una valutazione di rigurgito paravalvolare.
Di questi pazienti, il 55.7% ha presentato nessuno o tracce di rigurgito paravalvolare, il 32.6% di rigurgito paravalvolare lieve, l’8.2% da lieve a moderato, e il 3.5% ha avuto rigurgito paravalvolare almeno moderato a 30 giorni.

A 1 anno, il 9.3% dei pazienti era morto e il 14.2% era stato riospedalizzato.

Solo i pazienti con rigurgito paravalvolare almeno moderato hanno avuto più alti valori di mortalità a 1 anno ( hazard ratio, HR=2.40, P=0.005 ) e composito di mortalità / riospedalizzazione ( HR=2.35, P minore di 0.001 ).

In un confronto a coppie comprendente 1.213 pazienti, il 73% dei pazienti con rigurgito paravalvolare almeno moderato a 30 giorni ha mostrato una riduzione della gravità di rigurgito paravalvolare di almeno 1 classe PVR a 1 anno.

In conclusione, in questa serie di pazienti sottoposti a TAVR con la valvola SAPIEN 3, il rigurgito paravalvolare almeno moderato è risultato raro ma associato a un aumento del rischio di morte e di ricovero per insufficienza cardiaca a 1 anno.
Anche il range superiore della classe lieve nello schema di classificazione a 3 classi ( cioè da lieve a moderato nello schema a 5 classi ) non ha avuto effetti significativi sulla mortalità a breve termine o sul ricovero ospedaliero.
La maggior parte dei pazienti con rigurgito paravalvolare almeno moderato a 30 giorni ha mostrato una diminuzione del grado di gravità di PVR a 1 anno. ( Xagena2017 )

Pibarot P et al, JAMA Cardiol 2017; 2: 1208-1216

Cardio2017



Indietro