Aggiornamenti in Aritmologia
Prevenzione e  Terapia dello Scompenso Cardiaco
Xagena Mappa
Xagena Newsletter

Dosaggio di Warfarin in base al genotipo


Il livello di anticoagulazione in risposta a un regime a dose fissa di Warfarin ( Coumadin ) è difficile da predire all’inizio della terapia.

Uno studio ha confrontato in modo prospettico l’effetto del dosaggio basato sul genotipo con il dosaggio standard sul controllo anticoagulatorio in pazienti che iniziano la terapia con Warfarin.

Lo studio multicentrico, randomizzato e controllato ha coinvolto pazienti con fibrillazione atriale o tromboembolismo venoso.

La genotipizzazione per CYP2C9*2, CYP2C9*3 e VKORC1 ( -1639G→A ) è stata effettuata con l’uso di un test point-of-care ( POCT ).

Per i pazienti assegnati al gruppo basato sul genotipo, le dosi di Warfarin sono state prescritte in base ad algoritmi basati su farmacogenetica per i primi 5 giorni.

I pazienti nel gruppo controllo ( dosaggio standard ) hanno ricevuto un regime con dose di carico di 3 giorni.

Dopo il periodo iniziale, il trattamento di tutti i pazienti è stato gestito in base alla pratica clinica di routine.

L’esito primario era la percentuale di tempo nell’intervallo terapeutico tra 2.0 e 3.0 per l’INR ( international normalized ratio ) durante le prime 12 settimane dopo l’inizio della terapia con Warfarin.

Sono stati reclutati in totale 455 pazienti, con 227 di loro assegnati in maniera casuale al gruppo basato sul genotipo e 228 al gruppo controllo.

La percentuale media di tempo nell’intervallo terapeutico è stata pari a 67.4% nel gruppo basato sul genotipo rispetto a 60.3% nel gruppo controllo ( differenza aggiustata, 7.0 punti percentuali; P inferiore a 0.001 ).

È stato osservato un numero significativamente minore di incidenze di eccessiva anticoagulazione ( INR uguale o superiore a 4.0 ) nel gruppo basato sul genotipo.

Il tempo mediano per raggiungere un INR terapeutico è stato di 21 giorni nel gruppo basato sul genotipo rispetto a 29 giorni nel gruppo controllo ( P inferiore a 0.001 ).

In conclusione, il dosaggio su base farmacogenetica è risultato associato a una percentuale più alta di tempo nell’intervallo terapeutico di INR rispetto al dosaggio standard durante l’inizio della terapia con Warfarin. ( Xagena2013 )

Pirmohamed M et al, N Engl J Med 2013; 369: 2294-2303

Cardio2013 Farma2013


Indietro