Aggiornamenti in Aritmologia
Prevenzione e  Terapia dello Scompenso Cardiaco
Xagena Mappa
Xagena Newsletter

La terapia GIK riduce l'incidenza di episodi di bassa gittata dopo sostituzione della valvola aortica per stenosi aortica in pazienti con ipertrofia ventricolare sinistra


I pazienti che si devono sottoporre a sostituzione della valvola aortica per stenosi aortica critica spesso mostrano livelli significativi di ipertrofia ventricolare sinistra.

L'ipertrofia ventricolare sinistra è stata identificata come un predittore indipendente di esiti negativi dopo sostituzione della valvola aortica come risultato di una combinazione di cambiamenti miocardici maladattativi e inadeguata protezione miocardica al momento della chirurgia.

La terapia GIK ( Glucosio – Insulina - Potassio ) è un'aggiunta potenzialmente utile alla protezione miocardica.

È stato disegnato uno studio allo scopo di valutare gli effetti dell'infusione di Glucosio-Insulina-Potassio nei pazienti che si devono sottoporre a intervento chirurgico per la sostituzione della valvola aortica.

I pazienti che si devono sottoporre a questo tipo di intervento per stenosi aortica con segni di ipertrofia ventricolare sinistra sono stati assegnati in maniera casuale a Glucosio-Insulina-Potassio oppure placebo.

Lo studio è stato condotto in un unico centro e in doppio-cieco.

L'esito primario era l'incidenza di sindrome da bassa gittata cardiaca.

Biopsie del ventricolo sinistro sono state analizzate per valutare i cambiamenti in AMPK ( protein-chinasi attivata da 5-adenosin-monofosfato ), fosforilazione di Akt e O-Glc-N-acilazione.

In un periodo di 4 anni, 217 pazienti sono stati randomizzati ( 107 controlli, 110 Glucosio-Insulina-Potassio ).

Il trattamento con Glucosio-Insulina-Potassio è risultato associato a una riduzione significativa nell'incidenza di stato di bassa gittata cardiaca ( odds ratio, OR=0.22; P=0.0001 ) e una significativa riduzione nell'uso di inotropi da 6 a 12 ore dopo l'operazione ( OR=0.30; P=0.0007 ).

Questi cambiamenti sono risultati associati a un incremento sostanziale nella fosforilazione di AMPK e Akt e a un significativo incremento nella O-Glc-N-acilazione di bande proteiche selezionate.

In conclusione, il trattamento peri-operatorio con GIK è risultato associato a una significativa riduzione nell'incidenza di stato di bassa gittata cardiaca e la necessità di supporto inotropico.
Questo beneficio è risultato associato a un aumento nella fosforilazione di proteine segnale e O-Glc-N-acilazione.
Studi multicentrici e follow-up a lungo termine determineranno se l'uso di Glucosio-Insulina-Potassio possa migliorare la prognosi dei pazienti. ( Xagena2011 )

Howell NJ et al, Circulation 2011; 123: 170-177


Farma2011 Cardio2011


Indietro