Aggiornamenti in aritmologia
Prevenzione e  Terapia dello Scompenso Cardiaco
52 convegno cardiologia milano
Associazione Silvia Procopio

Normali livelli di colesterolo LDL sono associati ad aterosclerosi subclinica in assenza di fattori di rischio


L' assenza di fattori di rischio cardiovascolare è tradizionalmente considerata associata a basso rischio per l'aterosclerosi; tuttavia, gli individui senza fattori di rischio cardiovascolare, come attualmente definiti, hanno ancora eventi.

Uno studio ha cercato di identificare i predittori di aterosclerosi subclinica in individui privi di fattori di rischio cardiovascolare.

Sono stati valutati i partecipanti dallo studio PESA ( Progression of Early Subclinical Atherosclerosis ) ( n=4.184 ) senza fattori di rischio cardiovascolare convenzionali ( n=1.779; 45.0 anni, 50.3% donne ).

La libertà da fattori di rischio cardiovascolare è stata definita come assenza di abitudine al fumo e pressione sanguigna non-trattata inferiore a 140/90 mm Hg, glicemia a digiuno inferiore a 126 mg/dl, colesterolo totale inferiore a 240 mg/dl, colesterolo LDL ( LDL-C ) inferiore a 160 mg/dl e colesterolo HDL ( HDL-C ) uguale o superiore a 40 mg/dl.

È stato anche definito un sottogruppo con fattori di rischio cardiovascolare ottimali ( n=740 ) con pressione arteriosa inferiore a 120/80 mm Hg, glicemia a digiuno inferiore a 100 mg/dl, emoglobina glicosilata inferiore a 5.7% e colesterolo totale inferiore a 200 mg/dl.

Sono state valutate placche rilevate con ultrasuoni delle carotidi, ileo-femorali e dell’aorta addominale; calcificazione delle arterie coronariche; biomarcatori sierici; stile di vita.

L'aterosclerosi subclinica ( calcificazione della placca o dell'arteria coronaria ) era presente nel 49.7% dei partecipanti senza fattori di rischio cardiovascolare
Insieme al sesso maschile e all'età, il colesterolo LDL era indipendentemente associato alla presenza e all'estensione dell'aterosclerosi, sia nei gruppi senza fattori di rischio cardiovascolare che in quelli con fattori di rischio ( odds ratio [ OR ] x 10 mg/dl: 1.14-1.18; P minore di 0.01 per tutti ).

La presenza e l'estensione dell'aterosclerosi erano anche associate nel gruppo privo di fattori di rischio cardiovascolare ai livelli di emoglobina glicosilata.

In conclusione, molti soggetti di mezza età privi di fattori di rischio cardiovascolare presentano aterosclerosi.
Il colesterolo LDL, anche a livelli attualmente considerati normali, è indipendentemente associato alla presenza e all'estensione dell'aterosclerosi sistemica precoce in assenza di importanti fattori di rischio cardiovascolare.

Questi risultati sono a sostegno di un abbassamento più efficace del colesterolo LDL per la prevenzione primaria, anche in individui convenzionalmente considerati a rischio ottimale. ( Xagena2017 )

Fernández-Friera L et al, JACC 2017; 70: 2979-2991

Cardio2017 Endo2017



Indietro