Prevenzione e  Terapia dello Scompenso Cardiaco
Aggiornamenti in Aritmologia
Xagena Mappa
Xagena Newsletter

Ticagrelor versus Clopidogrel per le sindromi coronariche acute: effetto dei polimorfismi a singolo nucleotide di CYP2C19 e ABCB1 sugli esiti


Nello studio PLATO di Ticagrelor versus Clopidogrel per il trattamento delle sindromi coronariche acute, Ticagrelor ( Brilique, Brilinta ) ha ridotto l'esito composito di morte cardiovascolare, infarto miocardico e ictus, ma ha aumentato gli eventi di sanguinamento maggiore correlati a intervento di bypass non-coronarico.

I genotipi CYP2C19 e ABCB1 sono noti per influenzare gli effetti di Clopidogrel ( Plavix ).
In questo sottostudio, si sono studiati gli effetti di questi genotipi sui risultati all'interno dei gruppi di trattamento e tra di loro.

I campioni di DNA ottenuti da pazienti nello studio PLATO sono stati sottoposti a genotipizzazione per gli alleli perdita-di-funzione di CYP2C19 ( *2, *3, *4, *5, *6, *7, e *8 ), allele guadagno-di-funzione *17 di CYP2C19, e polimorfismo a singolo nucleotide 3435C>T di ABCB1.

Per il genotipo CYP2C19, i pazienti sono stati stratificati per la presenza o l'assenza di qualsiasi allele perdita-di-funzione, e per il genotipo ABCB1, i pazienti sono stati stratificati per l'espressione genica prevista ( alta, media o bassa ).

L'esito composito primario di efficacia era rappresentato da morte cardiovascolare, infarto del miocardio, o ictus dopo12 mesi di trattamento con Ticagrelor o Clopidogrel.

Complessivamente 10.285 pazienti hanno fornito campioni per le analisi genetiche. L'esito primario si è verificato meno spesso con Ticagrelor rispetto a Clopidogrel, indipendentemente dal genotipo di CYP2C19: 8.6% contro 11.2% ( hazard ratio, HR=0.77; p=0.0380 ) nei pazienti con qualsiasi allele perdita-di-funzione; e 8.8% contro 10.0% ( HR=0.86; p=0.0608 ), in quelli senza alleli perdita-di-funzione ( interaction p=0.46 ).

Per il genotipo ABCB1, i tassi di eventi per l'esito primario sono stati costantemente inferiori nel gruppo Ticagrelor rispetto al gruppo Clopidogrel per tutti i gruppi di genotipo ( interaction p=0.39; 8.8% versus 11.9%; HR 0.71 per il genotipo ad alta espressione ).

Nel gruppo con Clopidogrel, il tasso di eventi a 30 giorni era più alto nei pazienti con alleli perdita-di-funzione di CYP2C19 rispetto agli individui che ne erano privi ( 5.7% versus 3.8%, p=0.028 ), portando a una precoce separazione dei tassi di evento tra i gruppi di trattamento nei pazienti con alleli perdita-di-funzione.

I pazienti trattati con Clopidogrel con qualunque allele guadagno-di-funzione di CYP2C19 avevano una frequenza più alta di sanguinamento maggiore ( 11.9% ) rispetto a quelli senza alcun allele guadagno-di-funzione o perdita-di-funzione ( 9.5%; p=0.022 ), ma l'interazione tra trattamento e gruppi di genotipo non è stata significativa per alcun tipo di sanguinamento maggiore.

Ticagrelor è risultato un trattamento più efficace per le sindromi coronariche acute rispetto a Clopidogrel, indipendentemente dai polimorfismi di CYP2C19 e ABCB1. L'uso di Ticagrelor invece di Clopidogrel elimina la necessità di test genetici attualmente raccomandati prima di un duplice trattamento antiaggregante. ( Xagena2010 )

Wallentin L et al, Lancet 2010; 376: 1320-1328


Farma2010 Cardio2010


Indietro